Parità uomo-donna, un traguardo ancora da raggiungere

“Femminicidio Marano: Angelo Lavarra condannato a 30 anni.”
“Femminicidio di Sassari, il killer stava per uccidere anche una delle figliolette della vittima”.
“Brescia il femminicidio di Manuela Bailo: 16 anni al collega assassino.”

“Femminicidio, 6 donne morte in una settimana. Il PG della cassazione: “emergenza Nazionale!””
Queste sono solo alcune delle notizie di femminicidio. In Italia sono state 142 le vittime del fenomeno nel 2018, mentre ad ottobre 2019 se ne contavano già 94, secondo i dati Istat ed Eures: in media una ogni tre giorni. Secondo il rapporto Eures riferito al 2018, il 78% delle donne assassinate ha perso la vita tra le mura domestiche a causa di compagni o ex partner, già denunciati dalle vittime nel 28% dei casi.

Il cammino della donna nella storia è stato pieno di ostacoli e di pregiudizi, ma proprio per questo, la sua lotta è stata ancora più ricca di grandi traguardi e importanti vittorie. La donna oggi è lavoratrice e cittadina, non può più quindi sottostare al potere dell’uomo, marito o padre. Per molto tempo il lavoro della donna è stato considerato subordinato a quello dell’uomo, nonostante la parità tra loro fosse anche sancita dalla Costituzione Italiana.

Le donne sono fondamentali nella società e devono godere degli stessi diritti dell'uomo. Riteniamo inoltre, che la violenza sulle donne sia uno degli atti più brutali che un uomo possa compiere.

Ci hanno colpito tante affermazioni che vogliamo riproporvi:

La violenza contro le donne è una delle più vergognose violazioni dei diritti umani.
(Kofi Annan)

Nessuno, di fronte alle donne, è più arrogante, aggressivo e sdegnoso dell’uomo malsicuro della propria virilità.

(Simone de Beauvoir)

Solo un piccolo uomo usa violenza sulle donne per sentirsi grande.

(Anonimo)
Se offendi una donna per sentirti un vero uomo hai fatto il primo passo per smettere di esserlo.
Noi pensiamo che la donna sia uno dei beni più importanti della vita e che un uomo dovrebbe sentirsi fortunato ad averla al suo fianco.

Guardate i nostri lavori degli scorsi anni. Dal vecchio sito è un po’ più difficile ritrovarli e noi ve li riproponiamo. Non dimenticate di darci un like!

https://it.padlet.com/monelorella1/ezd8v7v5oqeq

 


Del Vecchio Anna e De Sorbo Sara classe III B Scuola Secondaria I grado