La Pasqua è ...la festa dell’unione, della felicità e della pace!

Se un anno fa qualcuno ci avesse detto che le vacanze pasquali le avremmo trascorse in quarantena a causa del COVID-19, un virus che avrebbe limitato la nostra vita, che avrebbe sospeso l’economia di intere nazioni, che avrebbe provocato migliaia di morti e contagiati, noi gli avremmo dato semplicemente del pazzo.

Eppure eccoci qui, rinchiusi tra le mura domestiche, aspettando di intravedere quella luce in fondo al tunnel.

Oramai è più di un mese che aspettiamo il bagliore di una piccola lucina per tornare alla normalità, per ricominciare. Negli ultimi giorni questa luce si sta facendo sempre più luminosa, la speranza torna a regnare nei nostri cuori dopo che l’angoscia e la paura si erano legati a noi, non volevano staccarsi, non lo avrebbero fatto per nulla al mondo.

Ci avviciniamo ad una festività molto radicata nel nostro Paese, la Pasqua”, ha affermato Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palazzo Chigi. Pasqua vuol dire “passaggio” e mai come in questo momento tutti noi speriamo in un “passaggio” verso la normalità per fare in modo che quest’incubo finisca al più presto e potremo ricordarlo solamente come un brutto sogno!

Che sia per tutti una serena Pasqua!

Magari anche il virus ci darà un po’ di tregua, è Pasqua per tutti, no?

Giuseppe Di Sorbo - Scuola Secondaria I grado

 

La Pasqua è per antonomasia la festa dell’unione, della felicità e della pace. Quest’anno purtroppo non la vivremo insieme, come da tradizione, ma dovremo restare tutti a casa, lontani dai nostri cari con i quali potremo interagire con telefoni o computer, unici mezzi di comunicazione rimasti in questo non facile momento della nostra vita. I giorni sembrano non passare mai, la nostra scuola però continua ad andare avanti e a cercare ogni strategia educativa che possa coinvolgere noi alunni e farci riflettere su ogni avvenimento che non deve assolutamente passare inosservato perché la nostra esistenza è cambiata improvvisamente a causa di un nemico sconosciuto, difficile da sconfiggere, per ora.

Realizzare cartoline di Pasqua con la guida della prof. ssa Filomena Puorto è quindi diventata in quest’ultimo periodo un’attività per scambiarci gli Auguri, quelli che appena un anno fa avvenivano con baci e abbracci. Sono lavori creati da noi alunni, biglietti augurali nati dalla nostra fantasia, una via di fuga dalla monotonia della quarantena.

Le nostre cartoline verranno messe in gara e si voteranno le più belle. Ciò è stato uno stimolo a mettere in campo tutta la nostra creatività, ma anche sentimenti ed emozioni. Un mini-concorso, proposto dalle docenti di Inglese e Francese, professoresse Alessandra e Giusi Mone.

Una divertente occasione che ci ricorda come anche in questo periodo buio, la vita scorre e noi non ci dobbiamo fermare neanche davanti agli eventi più imprevedibili.

Partecipate al nostro sondaggio online con Google Form e votate la cartolina più bella!

Maria Pina Mastroianni – Scuola Secondaria I grado

Queste sono le nostre CARTOLINE

Questo ê il link per votare le cartoline di Pasqua: Vota la Cartolina