Premio Strega ragazzi 2020, trionfo per “Una per i Murphy”

I ragazzi della giuria telematica raccontano…

Giuseppe Di Sorbo

Attestato di Giurato

Ebbene sì leggere è una passione! Quando nel mese di gennaio abbiamo saputo del “Premio Strega 2020” non avevamo idea del nostro meraviglioso tuffo nelle letture. Non immaginavamo cosa significasse far parte di una giuria telematica e questo comportava un impegno costante e regolare nel leggere i libri che ci venivano assegnati.

Con l’arrivo della pandemia molte cose sono cambiate. 

Non potevamo più scambiarci i libri, impressioni, pensieri, non potevamo più sfogliare le pagine, sentirne l’odore, potevamo solo cliccare una freccetta sulla tastiera del PC per aprirne la versione in pdf. La pandemia ci ha privato del contatto fisico con il libro. 

Nel mese di aprile sono state aperte le votazioni, nonostante diverse difficoltà e posticipi. Però… che emozione! Abbiamo avuto l’onore di votare telematicamente il racconto che ci ha appassionato di più al fine di decretare il vincitore dell’edizione 2020.

Il libro di Lynda Mullaly Hunt, “Una per i Murphy” è stato un vero trionfo. Una trama fitta di domande e scoperte, di cadute e rinascite, un libro appassionante, un’esperienza unica!

Giuseppe Farina

Attestato di giurato

Il libro che ho votato è “Meno male che il tempo era bello”: l’ho trovato avvincente e anche divertente. Il personaggio che mi ha colpito di più è Sarah perché è come se fosse una direttrice che incoraggia tutti. La parte che ho apprezzato di più è quella in cui i delfini riportano Sarah sulle scalinate della biblioteca, salvandole la vita. Leggere questo libro è stato come vivere un’avventura coinvolgente.

 

«Gli ho letto tutto “Le mille e una notte”, non so più cosa leggergli.»

da Meno male che il tempo era bello

«La decisione è relativamente ben accolta nel Nord del paese.»

Da L’età dei sogni

«Aveva saltato la terza elementare, ma il suo corpo si era rimesso in sesto.»

 da L’amore sconosciuto

 

Simona Petti

Attestato di giurato

Il nostro Istituto ci ha sempre dato delle grandi opportunità formative ed educative. Una delle tante è stato partecipare alla giuria telematica del "Premio Strega ragazzi e ragazze" che ci ha fatto vivere bellissime situazioni ed emozioni leggendo testi con tematiche diverse. Il libro che mi ha appassionato di più è stato "Respira con me". La trama narra le paure di Amedeo Filiberto Maria Ghisleri, nome davvero impegnativo per un’adolescenza altrettanto incasinata. Un nome imbarazzante secondo Amedeo, ma comunque il suo nome. Amedeo si nasconde dietro i suoi capelli e si isola immerso nella musica, ma non da sempre, solo da un anno circa. La sua storia potrebbe essere simile a quella di tanti altri adolescenti, ma leggendo si ha l’impressione che manchi un pezzo: un pezzo di cuore. Per questo mi piacerebbe condividere le stesse emozioni che ho provato io insieme a tanti piccoli grandi lettori. Ringrazio le professoresse che mi hanno reso partecipe di questa bellissima opportunità!

 

Angela Parillo

Attestato di giurato

L’età dei Sogni di Annelise Heurtier è il libro che ho preferito tra i finalisti del Premio Strega Ragazzi.

Si narra dell’integrazione nella società americana degli anni ‘50 degli afroamericani e più specificamente dell’ingresso di nove ragazzi di colore al prestigioso Liceo “Little Rock”.

La protagonista è Molly Costello, una studentessa che passa il suo anno alla scuola tra insulti, minacce e violenze da parte dei ragazzi bianchi.

La sua situazione diventa più tollerabile quando stringe amicizia con Grace Anderson, benestante bianca, che la aiuta ad uscire dalle situazioni peggiori.

Ma il comportamento “inappropriato” di Grace non passa inosservato dall’America bianca, bigotta e conservatrice e anche lei avrà la sua dura punizione...

 

Maria Pina Mastroianni

Attestato di giurato

Il libro “L’amore sconosciuto” è una storia veritiera, che racconta dell’adolescenza in modo reale, trattando di tutti i risvolti problematici ad essa legati. Tre inseparabili migliori amiche affrontano le prime disavventure ed emozioni confidandosi tra loro, riflettendo anche sull’amicizia e sull’amore.

Un libro che consiglio a tutti, sia ai miei amici che ai loro genitori.

 

Anna Cervera

Attestato di giurato

Quest'anno ho avuto l'onore di far parte della giuria telematica del “Premio Strega ragazzi e ragazze” +11, un prestigioso premio letterario che viene assegnato all'autore del miglior libro italiano dell'anno per la categoria. Tra i vari titoli di quest'anno c'era anche "Una per i Murphy", il libro che mi ? piaciuto di più nonché vincitore dell’ambito premio. La protagonista, Carley Connors, si ritrova in un letto d'ospedale con molti lividi a causa del suo patrigno, mentre la madre è in coma nella stanza a fianco per la stessa causa. Carley viene affidata temporaneamente alla famiglia Murphy, una famiglia del Connecticut. Quella che inizialmente sembra essere una sorta di prigione per la ragazza si rivela una vera e propria casa. Consiglio a tutti di leggere questo racconto. Il finale non è per niente scontato, tratta del coraggio, ma anche della fatica di provare a essere eroi ogni giorno, nella quotidiana normalità. È davvero un bel libro, uno di quelli che già nelle prime pagine mette in dubbio le tue certezze. Questa storia può essere letta da differenti punti di vista: la si può comprendere e vivere mettendosi nei panni di ognuno dei protagonisti.

 

Un libro capace di suscitare sentimenti forti:

"Credo che a volte non si sappia quello che si vuole perché non si sa che esiste".

  Attestato di giurato di Franscesco Aitoro

  Attestato di giurato di Manuel Mastroianni

  Attestato di giurato di Noemi Di Meo

  Attestato di giurato di Silvia Romano