25 aprile, la Festa della Libertà

Il 25 aprile si celebra la festa nazionale della Liberazione dell'Italia dal nazifascismo, avvenuta nel 1945. Si tratta di una data simbolica: l 'occupazione del Paese italiano non terminò infatti in un solo giorno. Si prende in considerazione, tuttavia, il 25 aprile, poiché fu il giorno in cui iniziò la ritirata dei soldati tedeschi. Proprio in questa giornata infatti, il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia permise l'insurrezione generale contro presidi e truppe naziste e fasciste.

È importante commemorare ogni anno, questa giornata, per sottolineare il valore del diritto alla Libertà del nostro Paese e di noi cittadini. È bene inoltre, ricordare che grazie alla Resistenza dei partigiani italiani è nata poi la Costituzione, su cui si fonda la Repubblica democratica italiana.

Nel documento sono dettati i principi del vivere civile, di solidarietà e di uguaglianza. Si tratta di norme che oggi ci consentono di beneficiare appieno delle Libertà conquistate dai nostri progenitori e che chiaramente vanno rispettate. 

Proteggere la nostra sovranità popolare, basata sui principi della solidarietà, della giustizia sociale e sul rispetto verso gli altri, deve essere il fine su cui fondare la Libertà di ognuno. Oggi siamo liberi di partecipare ad attività sociali, culturali, aderire a partiti, sindacati e votare liberamente per poter scegliere una politica secondo noi più giusta. Tutte libertà che oggi ci sembrano "normali", ma che sono state faticosamente conquistate grazie anche al 25 aprile del 1945.

Quest'anno la classe III A ha voluto commemorare la giornata lavorando ad un power point.

Benedetta De Matteo