Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

Laboratorio virtuale di astronomia con il prof. Medugno

Il docente di Scienze matematiche presso la Scuola Secondaria di I grado a Caiazzo, prof. Antonello Medugno, che da anni si occupa di ricerche astronomiche, ha  organizzato un laboratorio on line per alunni e docenti interessati. L'evento si terrà attraverso l'ausilio di un telescopio remotizzato che permetterà la visione di alcuni oggetti del cielo in diretta in un unico incontro serale, orientativamente tra le 19:30 e le 21:30 di lunedì 13 oppure martedi 14 dicembre (in base alle condizioni meteo) per 60 -90 minuti. 
Il tutto avverrà in diretta streaming con Google Meet. Il telescopio sarà attivato a distanza e sarà possibile osservare tutta la strumentazione Software e Hardware tipica di un'osservatorio astronomico professionale.
Nel tour il professore mostrerà oggetti di profondo cielo quali galassie e in particolare nebulose diffuse e planetarie, grazie alle telecamere montate al telescopio.
Per chi è interessato può dare uno sguardo anche al blog e al forum gestito dal docente al seguente link:
 
 
“Fra i molti e diversi studi delle lettere e delle arti, di cui si nutrono le menti degli uomini, stimo si debbano coltivare soprattutto, applicandovisi con grande passione, quelli che concernono le cose più belle e più degne di essere conosciute.
E tali sono quelli che trattano delle divine rivoluzioni del mondo e del corso delle stelle, delle grandezze, delle distanze, del sorgere e del tramontare e delle cause degli altri fenomeni celesti, e che, alla fine, ne spiegano l’ordinamento. E cosa mai c’è più bello del cielo, che contiene sicuramente tutte le cose belle? Lo dichiarano i nomi stessi di cielo e di mondo: questo con l’appellativo di purezza e ornamento, quello, di artistico cesello”.
Nicolò Copernico (1473-1543), De revolutionibus orbium caelestium