Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

Halloween 2022

- Dal plesso di scuola dell'Infanzia di Piana di Monte Verna

“Una zucca spettrale ”: Halloween è indubbiamente una festa molto sentita ed importante nei Paesi anglosassoni, ma da qualche anno ha trovato riscontro ed interesse anche in Italia. Nella giornata del 31 ottobre zucche, ragni, pipistrelli e cappelli a punta sono i protagonisti di questa festa ormai famosa. Per tale occasione i bambini della scuola dell’Infanzia di Piana di Monte Verna sono stati felicissimi di realizzare la “loro” zucca. Le docenti, dopo aver allestito uno spazio didattico con festoni rappresentanti zucche, fantasmi e pipistrelli, hanno munito i giovani alunni degli attrezzi necessari per la realizzazione di due simpatiche zucche di Halloween.

I bambini si sono divertiti anche nel dire alle proprie insegnanti la forma da dare agli occhi e alla bocca: i più piccoli suggerivano di dare una forma triangolare mentre i più grandi una forma di rombo. 

 Con un pennarello sono state così disegnate e poi svuotate le varie parti del viso; le docenti hanno poi intagliato la calotta in modo da permettere ai bambini, a turno, di svuotare la zucca di polpa e semi.

E’ stato bello notare l’impegno con il quale ognuno di loro ha contribuito a pulire al meglio l’interno delle zucche, ma soprattutto è stato bello vedere l’entusiasmo e la soddisfazione sui loro visini nell’aver realizzato la loro “zucca spettrale”…

Galleria di foto del plesso di Piana di Monte Verna

- Dal plesso di scuola dell'Infanzia di Caiazzo

Tra zucche, dolcetti, fantasmi, pipistrelli e streghette, i bambini della della scuola dell'infanzia di Caiazzo hanno festeggiato, con qualche giorno di anticipo, tutti insieme e con gioia Halloween. 
Durante la festa, tutti i bimbi hanno scavato e intagliato una grossa zucca e  realizzato buffi fantasmini con ovatta e bottiglie di plastica. Non sono mancati giochi, canti, danze a tema e caramelle a rendere allegra e speciale la giornata scolastica e una delle feste più attese dai bambini.
 
 
- Dal plesso di scuola primaria di Caiazzo

Halloween è una festa irlandese e non americana, le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Corrispondeva al Capodanno celtico, segnava la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno (la notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre), la luce dell’estate lasciava il posto al buio invernale. Durante questa festa i Celti erano soliti ringraziare gli dei ed esorcizzare le tenebre aggirandosi per le strade, utilizzando la luce di lanterne intagliate nelle rape, indossando maschere e costumi per spaventare gli spiriti che con il buio sarebbero potuti tornare sulla terra e spaventare i vivi. Sempre in quella notte gli uomini mascherati bussavano alle porte delle case e ricevevano cibo. Chi era generoso avrebbe ottenuto fortuna, chi si rifiutava sarebbe caduto in disgrazia. Da ciò ha origine il motto “dolcetto o scherzetto? “trick or treat?”

La parola Halloween è la forma contratta di All Hallow’s Eve che letteralmente significa  “la vigilia di Ognissanti”.

La zucca si riferisce alla leggenda di Jack-O’-Lantern, un astuto malfattore irlandese che riuscì ad ingannare Satana riuscendo a vivere oltre le aspettative: alla sua morte fu rifiutato  dall’Inferno e anche dal Paradiso, condannato a vagare per l’eternità sulla Terra.

Jack, per illuminare la sua via utilizzò una rapa con un tizzone ardente all’interno  donatogli dal diavolo stesso, realizzando  così la prima rapa di Halloween. La rapa si trasformò in zucca quando nell’800 gli irlandesi emigrarono in America e non trovando rape abbastanza grosse, le sostituirono con  zucche. Nel tempo  questa tradizione si è molto “americanizzata” all’insegna del puro e totale consumismo tanto da farla  propria. I nostri bambini con lavori eseguiti in classe, simboli, addobbi, distribuzione di caramelle e sfilata nel cortile della scuola hanno dato vita ad una giornata gioiosa e giocosa come non accadeva da tempo a causa dello stop per ogni tipo di aggregazione dovuto alla pandemia.

VIDEO

- Dal plesso di scuola dell'Infanzia di Cesarano

Halloween festa del divertimento e della paura tanto amata dai bambini. Anche quest'anno i bambini della scuola dell'infanzia di Cesarano hanno lavorato tanto realizzando  con tecniche diverse quasi tutti i simboli di Halloween.  A partire dalla zucca, al pipistrello, al gatto nero, alla strega, al pentolone, al fantasma, al vampiro ecc . Il giorno 28 a scuola i bambini hanno festeggiato con le loro maestre ,recitando la poesia dal titolo "Halloween" e hanno gustato i dolci tipici e hanno portato a casa un lavoretto fatto con le loro manine.

Galleria di foto del plesso di Cesarano Infanzia

 Dal plesso di scuola primaria di Cameralunga

“Dolcetto o scherzetto?” Arriva HALLOWEEN nelle classi della Scuola Primaria di Cameralunga.

Halloween è una festa molto amata dai bambini. A questa festa fatta di mostri, fantasmi, pipistrelli, ragni, streghe, vampiri, dai docenti della Scuola Primaria di Cameralunga, sono state dedicate attività di Arte e Immagine per decorare le aule e il salone, anche attività didattiche di Inglese, di matematica, poesie e filastrocche, testi e canzoni. Dopo la mensa i docenti hanno organizzato con tutti gli alunni, giochi  con zucche  bollenti e  stregate,  fantasmi volanti e danze magiche per dare vita ad una festa “spettrale”. Alla fine ,  per curarsi da fantasmi, streghe, ragni e pipistrelli, non potevano mancare i dolcetti per tutti. 

Galleria di foto Cameralunga Primaria  e VIDEO

- Dal plesso di Scuola dell'Infanzia di Via Astolfi

Gli alunni delle sezioni della Scuola dell’ Infanzia del plesso di Via Astolfi per la festa di  “Halloween”, hanno preparato i loro lavoretti da portare a casa: un  dolcissimo gattino nero, una simpatica strega con il cappello. Per abbellire la scuola, come vuole la tradizione, hanno preparato una luminosa zucca lanterna. Sono stati organizzati giochi e danze a tema. Il divertimento è stato enorme  e  l’ allegria, gli immancabili dolcetti e l’ atmosfera di festa hanno allietato tutto il plesso.

Galleria di foto del plesso di Infanzia di Via Astolfi

- Dal plesso di scuola primaria di Castel Campagnano

DALL’UVA AL VINO E HALLOWEEN

Attraverso un laboratorio didattico inteso come approccio diretto alla realtà le insegnanti di classe terza hanno voluto dare agli alunni la possibilità di entrare realmente a contatto con gli oggetti di studio. In questo caldo autunno, infatti, hanno deciso di parlare ai bambini di trasformazioni e nello specifico di un frutto autunnale: l’uva, che trasformandosi diventa vino. In questo modo, gli alunni, hanno vissuto in prima persona il ciclo di lavorazione. Dopo la sgranatura, i bambini si sono divertiti a pigiare l’uva con le mani raccogliendo il tutto in due grandi recipienti che sono stati lasciati a fermentare. Ogni giorno a turno hanno mescolato il composto notando le piccole bolle d’aria. Dopo alcuni giorni hanno separato le vinacce dal mosto e, usando un piccolo torchio, hanno potuto vedere finalmente il mosto che è stato filtrato e imbottigliato. L’esperienza li ha resi non solo euforici e felici per aver assistito ad una vera magia ma anche responsabili nell’eseguire i compiti che gli erano stati assegnati.

Gli stessi alunni hanno realizzato anche vari cartelloni per la festa di Halloween, una festa che li diverte tanto anche perché sperimentando determinate emozioni, i bambini imparano ad esorcizzare le loro paure e anche a gestirle.

Galleria di foto del plesso di Infanzia e Primaria di Castel Campagnano